Back to top

Benvenuti nel Blog in Motion di Kollmorgen. Per molti anni abbiamo arricchito di informazioni il grande mondo del web attraverso white paper, documenti tecnici e webinar. Ci piace condividere con voi le nostre conoscenze anche tramite i canali social: Twitter, Facebook, LinkedIn, Google+, e YouTube RSS. A questi si aggiungono Blog in Motion, che copre una vasta gamma di argomenti, e i contributi di alcuni autori che vantano grande esperienza nel settore dell’automazione.

Piccolo riassunto del nostro ultimo post: Nel 1948 un immigrato senza lavoro fondò la società Inland, con un patrimonio netto di circa 4000 $.  Sei persone portarono avanti l'attività nel seminterrato e nel garage di casa Unruh.  Il primo dipendente della società, Tom Bain, ha descritto le condizioni come "decisamente rudimentali" ricordando il freddo garage e i problemi per le perdite nel seminterrato in seguito alle piogge primaverili.  Appena un anno dopo, Hugo traslocò a Pear River; nel 1957, lo stabilimento contava addirittura 60 dipendenti e un volume di lavoro in crescita.  Ma andiamo avanti…

E a tutti quei motori CC a magnete permanente, motori sincroni, servomotori, servoazionamenti, azionamenti passo-passo e, ricorderete sicuramente, i grandi motori passo-passo che producevano? Il motore passo-passo aveva una forma strana. Era ottagonale, mentre gli altri erano quadrati o rotondi. Difficile da dimenticare!

Si è discusso molto su chi abbia creato il motore passo-passo o per lo meno il motore industriale 1.8° che conosciamo oggi. Le due principali aziende coinvolte nella progettazione sono Superior Electric, sita originariamente a Bristol Connecticut, e Sigma Instruments, sita a Braintree, Massachusetts.

Il blog di oggi fa parte di un post "Throw Back Thursday" su un articolo che ho scritto per la rivista SubNotes nel 1988. "In quel periodo avevamo completato una serie di applicazioni di motori sommergibili per alcuni ambienti molto particolari e critici: applicazioni con nomi interessanti come Alvin, Jason Jr, o Robin. Il primo era un veicolo di ricerca con equipaggio all'epoca utilizzato dal Woodshole Oceanographic Institute, gli altri due sommergibili azionati a distanza e utilizzati per esplorare il relitto del Titanic, solo per citare alcune avventure.

Fino ad ora abbiamo seguito la storia di due immigrati tedeschi che, approdando in America, sono riusciti a trasformare i loro sogni in realtà. Fredrick arrivò negli Stati Uniti all'inizio del secolo, Hugo alcuni decenni dopo e successivamente fu Otto Kollmorgen a prendere in mano le redini della società. Ma come si sono unite queste due società? Ecco cosa ci racconta Herb Torberg (Ingegnere capo di Kollmorgen).
"Verso la fine degli anni '50 Kollmorgen si occupava principalmente dell'aggiornamento delle funzionalità dei periscopi per sottomarini.

 

Mentre il nostro Fredrick Kollmorgen si occupava di tutte queste cose, in Germania nasceva e cresceva un altro futuro immigrato di nome Hugo Unruh. All'incirca coetaneo di Otto, il figlio di Fredrick, Hugo visse le dure condizioni del dopoguerra in Germania successivo al primo conflitto mondiale, un periodo di inflazione galoppante ed economia in affanno. La sua famiglia lo spinse ad emigrare negli Stati Uniti per realizzare i propri sogni.

Hugo iniziò la scuola in Germania ma terminò gli studi superiori e frequentò due anni di università negli Stati Uniti. Per pagarsi gli studi Hugo lavorava come addetto alle riparazioni presso un laboratorio di radiologia.

 

Prima di lasciare l'Europa Fredrick divenne padre di un bimbo, Ernest Otto.Sarebbero seguite poi due bambine, Hildegard et Dorthea.Attingendo a vari registri sono riuscito a mettere insieme solo qualche informazione relativa ai primi anni del '900. Sembra che la moglie di Frederick, Agnes Hunt, un'inglese che il nostro protagonista sposò in Italia, viaggiasse avanti e indietro dall'Inghilterra agli Stati Uniti portando talvolta con sé i figli.Otto nacque nel 1901 e giunse negli Stati Uniti nel 1907, due anni dopo l'arrivo di Fredrick.Hildegard nacque nel 1903 e arrivò negli Stati Uniti nel nel 1910. Infine, la sorella più piccola, Dorthea, nacque nel 1914 in Italia, proprio durante la Prima Guerra Mondiale.

Nei prossimi mesi pubblicheremo una serie di interventi sull'evoluzione di Kollmorgen, dalle umili origini fino ad oggi. Seguiteci in questo viaggio per conoscere i visionari che hanno fondato la nostra società.

Torniamo indietro nel tempo: siamo agli inizi del '900, con la rivoluzione industriale a pieno regime. Un giovane esperto di ottica lasciò la Germania per lavorare sotto gli auspici del pioniere in questo campo, Karl Reichert a Vienna. Frederick Kollmorgen decise poi di trasferirsi in America dopo un breve periodo trascorso a Londra lavorando per la Ross, Ltd. Kollmorgen si stabilì a New York, dove collaborò con Keuffel & Esser, produttori di strumenti per rilievi e misurazioni.

Blog Taxonomy Helper

Aerospaziale e Difesa
Applicazioni
Business
Embedded Motion
Engineering
Fieldbus
Food Regulations
Generale
I veicoli a guida automatica
Installazioni - consigli
Interconnectivity
La nostra storia
Medicale
Oil and Gas
Packaging
Partnerships universitarie
Robotica
Tecnologia
Subscribe to Blog in Motion