Back to top

Robot sul campo di battaglia

23 Nov 2018
Dean Aldridge

L’abbiamo visto tutti nei film… quando i robot “intelligenti” si ribellano e gettano la razza umana in un caos indicibile. Ritorna tutto calmo e tranquillo solo quando iniziano a scorrere i titoli di coda.

Comunque, a prescindere dalle “profezie” di Hollywood, ovunque vada o ovunque guardi (nell’ambito della mia attività nel team Aerospaziale e Difesa di Kollmorgen), mi imbatto costantemente in una crescente presenza di robotica e robot intelligenti nel settore della difesa; aerea, terrestre, marina e sottomarina. 

La fantascienza assume la connotazione di scienza di fatto, e questa sua tendenza non si ferma.

Nel complesso, gli USA e le altre potenze militari hanno dislocato decine e decine di migliaia (se non centinaia di migliaia) di robot nel mondo. Il cielo del Medio Oriente è solcato da droni volanti armati, una situazione piuttosto normale al giorno d’oggi; veicoli senza conducente svolgono compiti di smaltimento delle bombe e vengono impiegati droni sottomarini che prestano assistenza nelle operazioni di sminamento e  ISR.Boston Dynamics Spotmini

La tecnologia prosegue nel suo processo di espansione e crescita. Solo oggi, sul mio profilo LinkedIn, ho visto un video di una “breve storia” di BOSTON DYNAMICS che mi ha letteralmente affascinato. Robot che si muovono con tale facilità  da sembrare quasi umani - date un’occhiata: Boston Dynamics - Futurism

Non intendo addentrarmi in un dibattito sull’uso dell’intelligenza artificiale e sull’attuale conflitto di posizione che vede sui due fronti opposti personaggi come Elon Musk e il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg. La sofisticatezza di un’intelligenza artificiale di robot è uno degli elementi chiave trainanti del settore della robotica cui ho accennato prima. Mi interessa l’altro fattore chiave che facilita le serie di movimenti lineari, senza ostacoli naturali che vengono mostrati. L’impiego di sistemi di movimento fluidi, accurati, potenti, relativamente leggeri. 

Lavorare nel settore Aerospaziale e della Difesa di Kollmorgen assume per me un interesse particolarmente significativo, in quanto mi consente di analizzare in che misura le tendenze e l’andamento della domanda sul fronte della robotica senza operatore continueranno a guidare e si ripercuoteranno non solo sul mio ruolo, ma anche sulle dinamiche del campo di battaglia di domani. Le superpotenze (tra cui Russia e Cina) più gruppi ribelli del calibro dell’ISIS stanno sviluppando i loro robot da combattimento. È iniziata la nuova “razza”? La razza per realizzare la tecnologia robotica difensiva e offensiva più avanzata.

Robot WARS – A popular BBC show from the 90’s that is still alive and kicking today

Contribuire a ‘togliere dal pericolo chi combatte’ è un’affermazione cui Kollmorgen tiene fede con coerenza. Non tutte le applicazioni sono offensive: senza dubbio l’impiego della robotica nella lotta contro gli ordigni esplosivi non convenzionali e lo smaltimento delle bombe contribuisce in misura significativa ad aumentare il numero di vite salvate (di militari e civili). Un’integrazione sicura ed efficace di sistemi robotici autonomi è una sfida gigantesca per il settore civile/commerciale (e penso alla robotica che lavora fianco a fianco con l’uomo nella produzione e ai veicoli automatici sulle nostre strade e autostrade), l’integrazione di robot sofisticati, intelligenti e potenzialmente armati nel settore della difesa è una sfida di per sé.

Concluderò con una tipica battuta hollywoodiana del passato, dicendo semplicemente…

“Tornerò”

Info sull'autore

Dean Aldridge

Dean Aldridge

Dean è responsabile delle attività di vendita Kollmorgen per i mercati Aerospaziale e della Difesa in Europa, Medio Oriente, Africa (EMEA) e India. Guida la crescita nella regione insieme ai nostri Strategic Account e ai partner di canale, una rete in continua espansione.

Dean è un tenente della Marina Militare Britannica, ora in pensione. Ha trascorso la prima parte della sua carriera in Marina ricoprendo il ruolo di ingegnere meccanico aeronautico addetto alla manutenzione del caccia Sea Harrier. Dopo diversi anni in cui ha assunto ruoli di sempre maggiore responsabilità, Dean è stato promosso al rango di ufficiale trascorrendo gli ultimi 11 anni come pilota di aeromobili ad ala fissa e ad ala rotante. Dai tempi della Marina ha collaborato con diverse aziende leader del settore A&D, occupando varie posizioni in ambito marketing e vendite, acquisendo così una vasta conoscenza del mercato globale, degli OEM e delle applicazioni. Dean può essere contattato al seguente indirizzo: dean.aldridge@kollmorgen.com

 

Blog Taxonomy Helper

Aerospaziale e Difesa
Applicazioni
Business
Embedded Motion
Engineering
Fieldbus
Food Regulations
Generale
I veicoli a guida automatica
Installazioni - consigli
Interconnectivity
La nostra storia
Medicale
Oil and Gas
Packaging
Partnerships universitarie
Robotica
Tecnologia