Back to top

Negli ultimi secoli è in corso una collaborazione duratura tra industria e università. Basta considerare le aziende che sorgono vicino alle università, come il corridoio della Route 128 vicino al MIT, o l'influenza di Stanford, UCB e UCSF sulla Silicon Valley. Tutte le principali università di ricerca ospitano un "parco tecnologico" dove le start-up tengono in incubazione le loro nuove idee e invenzioni. Ma non sono solo gli imprenditori che cercano la collaborazione degli accademici. Anche aziende consolidate trovano utile collaborare con le università su vari progetti di loro interesse, in particolare quando un settore emergente è quasi pronto a decollare.

Nel luglio dello scorso anno ho pubblicato un blog sulla piattaforma robot CHIMP. CHIMP è l'acronimo di CMU Highly Intelligent Platform. Era una delle 16 proposte partecipanti al concorso denominato Robotics Challenge sponsorizzato dall'agenzia per i progetti di ricerca avanzata nel settore della difesa (DARPA, Defense Advanced Research Projects Agency) con l'obiettivo di sviluppare tecnologie robotiche in grado di sostituire il personale umano in ambienti estremamente pericolosi come i disastri causati dall'uomo o dalla natura. I robot dovranno aprire porte, chiudere valvole, collegare tubi, usare utensili manuali per forare pareti, guidare un veicolo, rimuovere detriti e salire su una scala.
Aerospaziale e Difesa
Applicazioni
Business
Embedded Motion
Engineering
Fieldbus
Food Regulations
Generale
I veicoli a guida automatica
Installazioni - consigli
Interconnectivity
La nostra storia
Medicale
Oil and Gas
Packaging
Partnerships universitarie
Robotica
Tecnologia
Subscribe to Blog in Motion