• L'utilizzo della robotica nel settore manifatturiero rappresenta attualmente un fatturato di 5 miliardi di dollari che è destinato a crescere a 20 miliardi di dollari (Fonte: A Roadmap for U.S. Robotics, From Internet To Robotics - edizione 2013). Un importante contributo alla crescita prevista verrà dalle aziende di piccole e medie dimensioni, in svariati settori in cui storicamente la domanda proveniva da aziende molto grandi nei settori automobilistico e aerospaziale. Invece dei grandi robot industriali tradizionali, rumorosi e costosi, le aziende stanno sviluppando robot leggeri e innovativi, progettati per utenti di piccole e medie dimensioni.

  • Nel luglio dello scorso anno ho pubblicato un blog sulla piattaforma robot CHIMP. CHIMP è l'acronimo di CMU Highly Intelligent Platform. Era una delle 16 proposte partecipanti al concorso denominato Robotics Challenge sponsorizzato dall'agenzia per i progetti di ricerca avanzata nel settore della difesa (DARPA, Defense Advanced Research Projects Agency) con l'obiettivo di sviluppare tecnologie robotiche in grado di sostituire il personale umano in ambienti estremamente pericolosi come i disastri causati dall'uomo o dalla natura. I robot dovranno aprire porte, chiudere valvole, collegare tubi, usare utensili manuali per forare pareti, guidare un veicolo, rimuovere detriti e salire su una scala.

  • Il drammatico terremoto e lo tsunami che hanno devastato la Prefettura di Fukushima in Giappone poco più di due anni fa mettono in evidenzia l'enorme potenziale della tecnologia robotica in evoluzione. L'agenzia per i progetti di ricerca avanzata nel settore della difesa (DARPA, Defense Advanced Research Projects Agency) ha indetto un concorso tra le aziende denominato Robotics Challenge. La sfida consiste nello sviluppare una tecnologia robotica che sia in grado di sostituire gli uomini che con eleganti e comode tute protettive entrano in ambienti estremamente pericolosi per contenere i rischi.