CHIMP continua a salire: aggiornamento

dicembre 18, 2015, by Rob Whitlock

Nel luglio dello scorso anno ho pubblicato un blog sulla piattaforma robot CHIMP. CHIMP è l'acronimo di CMU Highly Intelligent Platform. Era una delle 16 proposte partecipanti al concorso denominato Robotics Challenge sponsorizzato dall'agenzia per i progetti di ricerca avanzata nel settore della difesa (DARPA, Defense Advanced Research Projects Agency) con l'obiettivo di sviluppare tecnologie robotiche in grado di sostituire il personale umano in ambienti estremamente pericolosi come i disastri causati dall'uomo o dalla natura. I robot dovranno aprire porte, chiudere valvole, collegare tubi, usare utensili manuali per forare pareti, guidare un veicolo, rimuovere detriti e salire su una scala.

Il CHIMP è stato progettato e sviluppato da NREC (National Robotics Engineering Center), l'organizzazione di ricerca applicata e trasferimento di tecnologia del Robotics Institute della Carnegie Mellon University. Diversi sponsor, tra cui Kollmorgen, si sono uniti a NREC per formare la squadra di salvataggio Tartan con l'obiettivo di vincere la sfida DARPA.

Fin qui, tutto bene. La competizione iniziale si è svolta a dicembre all'Homestead-Miami Speedway e ha visto la partecipazione di 16 squadre di robot che hanno gareggiato eseguendo svariate attività volte a imitare le operazioni richieste in situazioni di catastrofi, come ad esempio nell'impianto nucleare di Fukushima nel 2011. La squadra Tartan dell'NREC è una degli otto (in origine sedici) concorrenti selezionati per la gara finale in programma nel dicembre 2014 e che si è qualificata al 3° posto al termine delle prove. Il terzo posto di CHIMP è stato un grande risultato considerando che il robot è stato terminato solo sei settimane prima delle prove. I programmatori non hanno avuto il tempo sufficiente per preparare il software per le prove di guida e hanno potuto dedicarsi solo a una parte dei compiti che riguardavano la salita di scale e la mobilità. Con un robot CHIMP completamente operativo, pronto per la preparazione della finale, il team punta alla vittoria.

CHIMP ha ottenuto ottimi punteggi in tre attività fondamentali (eseguire un foro in una parete, rimuovere detriti e chiudere valvole). Con un'altezza di 5 piedi e 2 pollici (circa 1,52 m), un peso complessivo di 400 kg e un’estensione dei bracci di 10 piedi (3,048 m), CHIMP si è rivelato eccellente nelle attività di manipolazione: un omaggio ai motori Kollmorgen. CHIMP utilizza motori senza carter Kollmorgen in ciascuna delle sue articolazioni per garantire prestazioni elevate con un ingombro molto ridotto. Kollmorgen fornisce entrambi i motori personalizzati, progettati specificamente per i requisiti prestazionali di NREC, nonché molti motori senza carter della serie KBM™ per azionare il robot con 45 gradi di libertà.

 

 CHIMP rimuove i detriti         CHIMP chiude una valvola
CHIMP pulisce i detriti                                        CHIMP chiude una valvola

 

CHIMP fora una parete
  CHIMP fora una parete

 

Le finali di dicembre prevedono prove più difficili, ma il vincitore riceverà un finanziamento supplementare di 2 milioni di dollari da DARPA per proseguire in termini di commercializzazione. In bocca al lupo al team Tartan!

Condividiamo spesso sui nostri altri social network Twitter, Facebook, LinkedIN e Google+ gli aggiornamenti e le foto di CHIMP, quando raggiunge obiettivi significativi. Segui Kollmorgen per le ultime notizie su CHIMP.

comments powered by Disqus