Mai più senza sensori: come preservare gli attuatori lineari

settembre 05, 2014, by Michael Brown

Sono molti gli aspetti da considerare nel momento in cui si deve scegliere un attuatore lineare: è preferibile un servomotore o un motore passo-passo? Che tipo di montaggio e di estremità dello stelo scegliere? Quali velocità e quali forze vengono richieste dall'applicazione? Quale è il duty cycleche l'applicazione richiede? Qual'è l'aspettativa di vita dell'attuatore? A volte questi ed altri elementi particolarmente critici vengono erroneamente trascurati.

Attuatore lineare danneggiato

Come potete osservare il bumper in gomma riportato nell'immagine presenta un'impronta che in realtà non dovrebbe esserci. Che cosa mancava a questo attuatore?

Nelle specifiche spesso il cliente indica la corsa richiesta dall'applicazione. Di frequente accade che le unità si danneggino per la mancata osservanza di un semplice requisito indicato nel manuale di installazione. L'esperienza infatti suggerisce l'impiego di sensori di fine corsa al fine di impedire che gli attuatori vadano ad urtare gli arresti meccanici di estremità. All'interno del manuale di norma viene indicata la posizione di installazione corretta di tali sensori. Gli attuatori da soli possono fornire una protezione alquanto limitata dagli urti ripetuti. La vostra automobile ha un paraurti su ogni lato? Si Questo significa che la macchina è protetta quando il paraurti colpisce un oggetto fermo? No, se nel tempo provochiamo altri urti, questo si danneggerà fino alla rottura definitiva. Proprio come per la vosta auto, proteggete il vostro investimento integrando i sensori di fine corsa nell'attuatore lineare. attuatore per evitare che si danneggi.

Consiglio: ricordatevi di incrementare il valore della corsa dell'attuatore lineare! Dovete infatti considerare sia lo spazio fisico occupato dai sensori di fine corsa sia il tratto richiesto dal motore per l'arresto dell'attuatore e del carico.  la corsa per includere lo spazio fisico occupato dai sensori di fine corsae il tratto richiesto dal motore per l'arresto dell'attuatore e del carico.  Tale distanza varia notevolmente a seconda dell'applicazione e va tenuta in considerazione quando si decide la posizione dei sensori.  

Esempio: se per un'applicazione occorre una corsa di 18 pollici, si ipotizza un attuatore con una corsa da 20 pollici.

Raccontaci la tua esperienza …

comments powered by Disqus